recensioni

SHOUT di Laurie Halse Anderson

TW: stupro, molestie, violenza di genere, contenuti espliciti La recensione di oggi è stata difficile da scrivere, da pensare, da decidere se pubblicare o no. Tutto molto complesso, principalmente perché il libro in questione parla di violenza sessuale, consenso e censura, cose importanti che uno: non so minimamente come trattare bene e due: ho paura… Continua a leggere SHOUT di Laurie Halse Anderson

recensioni

Circe, di Madeline Miller

Nacqui quando ancora non esisteva nome per ciò che ero. Mi chiamarono ninfa, presumendo che sarei stata come mia madre, le mie zie e le migliaia di cugine. Ultime fra le dee minori, i nostri poteri erano così modesti da garantirci a malapena l’immortalità. Circe, nata dal titano Elios e dalla naiade Perseide, vive nel… Continua a leggere Circe, di Madeline Miller

recensioni

Ammazzati amore mio, di Ariana Harwicz

Ammazzati amore mio è il primo romanzo dell'argentina Ariana Harwicz, ma tutto sembra tranne che un libro d'esordio: la storia di una madre sull'orlo dello squilibrio mentale, ingabbiata in un ruolo che farebbe letteralmente di tutto pur di scrollarsi di dosso ci viene raccontata con una narrazione ben lontana dalla prudenza e dall'oculatezza di chi… Continua a leggere Ammazzati amore mio, di Ariana Harwicz

recensioni

Solo per sempre tua, di Louise O’Neill

Per raccontarvi Solo Per Sempre Tua nel modo più immediato ed efficace che mi viene in mente partiamo dalla copertina: c'è una bambola, perfetta come tutte le bambole, di cui vediamo soltanto il viso, gli occhi distanti e il sorriso meccanico in una strana, opprimente penombra. Accanto a lei, bianco su nero, l'unico elemento di… Continua a leggere Solo per sempre tua, di Louise O’Neill

recensioni

Medea: voci, di Christa Wolf

Pronunciamo un nome e, poiché le pareti sono porose, entriamo nel tempio di lei, incontro desiderato, dal fondo del tempo ricambia lo sguardo senza esitare. Infanticida? Ecco, per la prima volta, il dubbioIntroduzione (pag. 7) Così ci accoglie Christa Wolf: con un dubbio. Dai lontani anfratti del tempo ci è giunta la storia della traditrice,… Continua a leggere Medea: voci, di Christa Wolf

recensioni

Odio gli uomini, di Pauline Harmange

Oggi mi do anch'io alle recensioni pop parlando di un libro che negli ultimi mesi è esploso ovunque, imbrattando di bile e veleno l'universo dei lettori, il mondo femminista e, tanto per non farsi mancare niente, anche quello dei profili social che solitamente non trattano né l'una né l'altra cosa. Il libro in questione è… Continua a leggere Odio gli uomini, di Pauline Harmange

Consigli di lettura

6 letture per l’8 marzo

Oggi, in occasione della Giornata Internazionale della Donna ho deciso di sfidare me stessa e la mia proverbiale incapacità di elargire consigli di qualsivoglia tipo perchè mi faceva piacere parlarvi di alcuni titoli dedicati alla parità di genere: sono libri scritti da autori e da autrici, che trattano il tema del femminismo, dell'emancipazione, delle lotte… Continua a leggere 6 letture per l’8 marzo

recensioni

Sirene, di Laura Pugno

Il primo romanzo di Laura Pugno, pubblicato nel 2007 e recentemente ripubblicato dalla Marsilio Editore, è un racconto breve e feroce che ha ben poco del candore e dell'ingenuità delle fiabe di sirene a cui siamo abituati. "Sirene" è un distopico di denuncia che fonde insieme speculazione fantascientifica, elementi fantasy e una spietata, furente doppia… Continua a leggere Sirene, di Laura Pugno

recensioni

Dio odia le donne, di Giuliana Sgrena

"Dio odia le donne" di Giuliana Sgrena giaceva nella mia libreria digitale da mesi, era ricoperto di polvere virtuale e ragnatele tecnologiche quando decisi finalmente di prenderlo in mano. Sempre sia lodato il Saggiatore con la santasubito iniziativa Solidarietà Digitale dei mesi della quarantena—quanti libri ho scaricato, che non avrei letto altrimenti! Ne avete approfittato… Continua a leggere Dio odia le donne, di Giuliana Sgrena

recensioni

La signora Dalloway di Virginia Woolf

La Signora Dalloway, quarto romanzo della scrittrice inglese, pubblicato nel 1925 ed ambientato due anni prima, racconta della giornata di una londinese dei quartieri alti, Clarissa, aristocratica cinquantenne un po' cinica e snob, moglie di un deputato conservatore. É il 13 giugno del 1923 e Clarissa decide che, per quella sera, darà una festa. Saranno… Continua a leggere La signora Dalloway di Virginia Woolf