Consigli di lettura

Audio letture e podcast per malati di libri

Ben ritrovati! Dall’ultima volta che ho pubblicato qualcosa sul mio umile bloggicino è passata circa qualche era geologica, mi rendo conto perfettamente. Sono stata malaticcia ultimamente (niente Covid, tranquilli), cosa che ha costretto una drama queen come me a non alzarsi dal letto per giorni: giorni comunque produttivi, giacché non potendo usare nessuno dei miei cinque sensi oltre l’udito (e il gusto, ma i libri non si mangiano) mi sono data ai podcast. Tanti, tanti podcast e audiolibri molto interessanti e curiosi, di cui vorrei oggi mettere a parte anche voi.

Sono canali e podcast validissimi e di qualità, molto interessanti, molto rilassanti e, con qualche mirabile eccezione, poco conosciuti. Alcuni sono persino neonati, sbarcati sul web da qualche mese e con già più follower di me ma non sono assolutamente invidiosa. Anche perché io sto su WordPress, altro che Youtube e Instagram quindi di che mi lamento.

Neanche a farlo apposta sono tre in italiano e tre in inglese, gratuite e accessibili da qualunque dispositivo.

Buona lettura e buon ascolto!


Ménéstrandise Audiolibri

Un canale di audioletture professionale e di discreto successo, ormai conosciutissimo e seguitissimo, ma che vale la pena di segnalare a chi ancora non lo abbia incontrato. Ménéstrandise Audiolibri è un’etichetta indipendente che produce audiolibri in diverse lingue, alcuni a pagamento sul loro sito (tra cui alcuni pensati appositamente per imparare le lingue, se siete interessati) e altri disponibili gratuitamente su Youtube e su Spotify.

Essendo un’etichetta professionale e non amatoriale la qualità della lettura è altissima, la voce del narratore è meravigliosa e il loro catalogo su YT/Spotify è vastissimo, dalla letteratura russa ai sci-fi, dall’horror di Lovecraft ai classici per ragazzi. Oltre al fatto che è indubbiamente il miglior narratore di Sherlock Holmes di sempre, e fine del discorso.

Narrazioni senza importanza

Canale scoperto tipo l’altro ieri, ancora giovanissimo e con pochi contenuti ma di qualità a mio avviso impeccabile. Contiene qualche audiolibro completo, diverse poesie, racconti, stralci di romanzi letti dalla abile voce dell’anonima narratrice (bravissima). Il canale è ancora in crescita e i video sono non più di una trentina, ma comunque viene pubblicato nuovo materiale con una certa frequenza (un nuovo video a settimana, circa). Se anche non trovate niente che faccia per voi al momento, vi suggerisco di tenere d’occhio il canale, potreste trovare più interessanti future pubblicazioni. Vi raccomando la sua lettura dei due brani de Il Grande Gatsby e tutte le poesie!

Podcast letterario di Bar della Psicologia

Bar della Psicologia si occupa di… psicologia, chiaramente, ma ha una rubrica dedicata alla lettura chiamata Podcast Letterario, che si propone di provare a “capire l’essere l’umano partendo dalla sua produzione artistica”: partendo dagli spunti offerti da alcuni famosi e importanti romanzi vengono approfonditi alcuni aspetti cardine della psicologia e del comportamento umano, con un focus su quelli poco o in genere mal affrontati, come la depressione, la sessualità nei disabili, la psicosi da uso di sostanze, il disturbo antisociale e quello narcisistico. Ogni puntata offre spunti davvero interessanti, trattati con occhio clinico (ad indirizzo psicanalitico) e affiancati da puntate che approfondiscono temi generici legati al mondo dei libri e della lettura. Lo trovate su Youtube, Spotify e Anchor.


Book at Bedtime (BBC Radio 4)

Ascoltare podcast in inglese ha diversi vantaggi, tipo che migliorate la pronuncia e la comprensione dell’inglese e cose del genere. Books at Bedtime della BBC ha un ulteriore vantaggio: la pace dei sensi indotta dall’incantevole, adorabile, apollineo accento irlandese di Andrew Scott che legge Dedalus (A portrait of the artist as a young man) di James Joyce. Se non vi ho convinto così non so cos’altro dirvi, raga, non siete umani.
Books at Bedtime è un podcast che propone letture di classici e di nuove uscite letterarie in episodi da 15 minuti l’uno. Non garantisco che siano letture integrali (dieci puntate da quindici minuti per il Dedalus di Joyce mi sembrano poche per essere il libro completo), quindi prendetele più come letture serali rilassanti per conciliare il sonno, con il “bonus” del migliorare la lingua (e il bonus “accento irlandese di Andrew Scott”).

Bookclub della BBC Radio 4

Lo so che dopo gli Europei li odiamo, gli inglesi, ma se quelli della BBC fanno solo cose interessanti io che posso farci? Bookclub è, molto intuitivamente, un bookclub, in cui un gruppo di lettori incontra in ogni puntata un diverso acclamato autore per parlare insieme del loro nuovo o più celebre romanzo. Anche se non mancano episodi dedicati a libri più datati o ad autori del passato, principalmente in Bookclub si fanno due chiacchere sulle uscite nuove o comunque recenti (dal 2010 in poi), sui best-sellers e sui principali autori del momento, come Madeline Miller, Kazuo Ishiguro, Rebecca Solnit e via dicendo. Non vengono trattati unicamente libri made in UK, ma viene dato ampio spazio a besteller da tutto il mondo, privilegiando il reading diversely.

Awesome Audiobooks

Last but not least, audiolibri completi in inglese su Spotify. Non so se con “awesome audiobooks” intendono farsi un complimento da soli oppure dire che i libri sono favolosi di per sé e loro li leggono soltanto, ma comunque: Awesome Audiobooks raccoglie letture soprattutto di classici inglesi ma non solo, integrali e lette da professionisti. Se siete tipi ambiziosi o avete un livello di inglese C7 ci sono anche le letture complete delle opere di Shakespeare, che a malapena si capiscono in italiano quindi buona fortuna: magari se avete l’opera in italiano con testo a fronte, però, può essere un buon modo per sfruttare il testo originale e migliorare l’inglese, impiegandoci dieci volte di più a leggere il testo ma chi intelligente vuol apparire un po’ deve soffrire. L’unica pecca è che non hanno l’accento irlandese (o Andrew Scott), ma pazienza.


Bene carissim*, queste erano le mie segnalazioni audioletterarie, se ne avete da consigliarmi mi rendete felicissima e a rivederci tra un altro mese e mezzo a prestissimo. Ciao ciao ♥️

Disclaimer ridicolo e alquanto poco utile: avendo io circa sei follower (trentacinque, in realtà) mi sembra superfluo specificare che non si tratta di collaborazioni perché nessuno dei suddetti creator è a conoscenza del fatto che io esisto. Poi è ovvio che la BBC avrebbe solo da guadagnarci a collaborare con me (ripeto, trentacinque seguaci su WordPress) ma vaglielo a spiegare a sti capitalisti.

2 pensieri riguardo “Audio letture e podcast per malati di libri

  1. Sento che non riuscirei ad apprezzare un libro ascoltato tanto come faccio quando lo leggo (poco sopporto anche i webinar che mi fanno seguire al lavoro, datemi qualcosa di scritto, per favore!), però quello del Bookclub sembra carino, ci darò “un orecchio” 😛

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...